ELISA SEDNAOUI FOUNDATION

A proposito

LA NOSTRA MISSION

La nostra mission è di contribuire a crescere la prossima generazione di cittadini del mondo, persone consapevoli e capaci di affrontare sfide e conflitti, che possano arricchire le proprie comunità. Promuoviamo modi divertenti per conoscere le altre culture ed insieme stimoliamo in bambini e giovani l’acquisizione di varie abilità e competenze relazionali, mediante la sperimentazione di varie espressioni artistiche.

 

 

L’ISPIRAZIONE DIETRO ESF

Ispirata dalla sua personale esperienza di donna cresciuta tra le culture diverse di Egitto, Italia e Francia, l’attrice, modella e regista Elisa Sednaoui ha deciso di avviare una fondazione per promuovere in Egitto, in Italia e nel mondo, programmi che stimolino la creatività e che valorizzino le tradizioni feconde e gli scambi culturali.

Nelle parole di Elisa: “Credo che bambini e giovani dovrebbero avere l’opportunità di seguire i loro sogni e la loro immaginazione, di essere liberi di esprimere i loro sentimenti, pensieri ed esperienze apertamente e in modo creativo. Abbiamo creato la ESF per aiutare a dare ai bambini e giovani queste opportunità”.

 

ELISA SEDNAOUI

Nata in Italia, Elisa è cresciuta tra Luxor, Parigi, il Cairo e l’Italia.
Nel corso della sua vita ha lavorato come modella con fotografi ai massimi livelli per alcune delle riviste di moda più prestigiose (tra queste: Vogue, Vanity Fair, Numero, Interview, Glamour, Harper’s Bazaar e Helle), in città come Parigi, New York, Londra e Milano. Ha anche preso parte a campagne pubblicitarie planetarie per marchi internazionali come Chanel, Armani, Cavalli ed H&M, e ha posato per due edizioni del Calendario Pirelli: del 2011, firmato da Karl Lagerfeld e del 2013, opera di Steve McCurry.
Elisa ha all’attivo anche una nutrita e versatile carriera da attrice, che va dall’essere stata protagonista del cortometraggio di Karl Lagerfeld Remember Now all’aver recitato in sei film di respiro internazionale tra cui Noi, insieme, adesso (titolo originale: Bus Palladium), il successo al botteghino Les Gamins e La Leggenda di Kaspar Hauser al fianco di Vincent Gallo. Di recente ha co-diretto il suo primo documentario, attualmente in fase di post-produzione.
Figlia di un architetto e di una redattrice di moda, l’italo-egiziana Elisa – allietata dalla recente maternità – ha dato prova di un crescente interesse per tutte le forme di espressione culturale ed artistica, spaziando dalla musica al cinema, dalla moda alla recitazione, alle lingue. Elisa, infatti, parla correntemente Italiano, Francese, Inglese e Spagnolo e conosce i rudimenti dell’Arabo.
Per Elisa, la Fondazione rappresenta un nuovo percorso, un modo per tributare il giusto riconoscimento alle sue radici culturali ed insieme per celebrare le comunità che continuano ad ispirarla, sia in Egitto e in Italia, sia nel mondo creativo in senso lato.