ELISA SEDNAOUI FOUNDATION

Team

Elisa Sednaoui

FONDRATICE & DIRETTRICE

KATARZYNA “KASIA” SKURATOWICZ

DIRETTRICE SENIOR DEI PROGETTI EDUCATIVI

TIZIANA MACCIO

RESPONSABILE ITALIA

SARA CRAVERO

Program Officer Italia

MENNA AMR

RESPONSABILE DEL PROGRAMMA, EGITTO

NEVIN TORKY

RESPONSABILE  PROGRAMMA SENIOR, EGITTO

ERNESTO LOTITTO

DIGITAL COMMUNICATIONS ADVISOR

STEFANO MININI

CO-FONDATORE E SEGRETARIO

CRISTINA LUCCHINI

CO-FONDATRICE E VICE PRESIDENTE

Elisa Sednaoui

FONDRATICE & DIRETTRICE

La vita di Elisa Sednaoui – attrice, modella e filantropa a livello internazionale – è stata plasmata dalla vita in culture diverse e da una precoce esposizione al mondo creativo, dato che è cresciuta tra Egitto, Italia e Francia. Figlia di un architetto attivo negli ultimi 30 anni in tutta l’area mediorientale e di una versatile giornalista di moda, ha una vita che è stata forgiata da uno stimolante mix di persone e posti. Elisa è stata protagonista di numerose campagne pubblicitarie – Chanel, Armani, Roberto Cavalli, Buccellati e Missoni, per citarne alcuni – ed ha partecipato a diversi film, al fianco di attori del calibro di Vincent Gallo, Edgar Ramirez e Alain Chabat. La Elisa Sednaoui Foundation, creata nel 2013, nasce dalla convinzione di Elisa che tutti i bambini dovrebbero poter accedere all’espressione creativa e agli scambi culturali, capaci di attivare opportunità per uno sviluppo personale positivo ed un futuro migliore. Nel settembre 2015 Elisa è stata la madrina della 72a Mostra d’Arte Cinematografica di Venezia. Dal dicembre 2015 sostiene ufficialmente l’attività dell’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati (UNHCR). ESF è l’impegno cui adesso dedica gran parte del suo tempo.

KATARZYNA “KASIA” SKURATOWICZ

DIRETTRICE SENIOR DEI PROGETTI EDUCATIVI

Kasia – dottore di ricerca in sociologia che pratica la formazione continua e professionista dell’educazione alla globalità – ha una notevole esperienza sia in campo accademico, sia in quello della progettazione educativa e delle relazioni multi-culturali. Ha condotto e preso parte a numerose ricerche incentrate su esperienze di comunità etniche e razziali, disparità educative ed importanza della diversità e dell’inclusione sociale in diversi contesti: dagli Stati Uniti all’Europa, dall’area del Nord Africa e Medio Oriente all’Africa Subsahariana. Il suo impegno professionale con i giovani ha assunto molteplici forme: dal ruolo di docente e tutor nelle Università di Louisville e del Maryland, passando per programmi di sostegno all’Università del Maryland, fino alla complessa attività – sviluppo di strategie, progettazione, gestione ed implementazione – di programmi di apprendimento innovativi, che fanno riferimento ai metodi dell’Expedictionary Learning, centrati sullo studente ed esperienziali, volti ad uno sviluppo globale delle competenze nei giovani. Kasia ha svolto questo lavoro negli Stati Uniti, Brasile, Medio Oriente con la Qatar Foundation International. Oltre al dottorato conseguito all’Università del Maryland, si è perfezionata in: Studi Africani (Laurea specialistica, Università di Varsavia), Sociologia (L. specialistica, Università di Louisville) e Antropologia (DEC, Diploma post-laurea, Université Libre de Bruxelles).

Kasia è cresciuta a contatto di più culture, soprattutto nella regione del Medio Oriente e del Nord Africa; attualmente risiede a Bruxelles. È profondamente convinta della verità della frase di Socrate “Educare non è riempire un secchio, ma accendere un fuoco” e quindi mantiene accesa la propria fiamma e la condivide con gli altri, nella vita professionale e privata.

TIZIANA MACCIO

RESPONSABILE ITALIA

Tiziana è nata a Milano dove, dopo studi classici, inizia la sua carriera professionale nel mondo della pubblicità, nella multinazionale McCannErickson. Dopo 8 anni, alla nascita della figlia Marta, entra nel mondo del no profit come Direttore Comunicazione e  Raccolta  Fondi Corporate del WWF Italia, la più importante associazione di conservazione della natura in Italia e nel mondo. Qui lavora per oltre 10 anni, contribuendo alla crescita dell’associazione (da 80 mila a 350 mila soci)  e allo sviluppo di molteplici attività innovative di raccolta fondi e comunicazione.

Dopo questa esperienza rientra nel mondo delle aziende, come Direttore Relazioni esterne e Comunicazione di Grandi Stazioni, società del gruppo FS. Anche qui sviluppa e accresce molte nuove attività, dalle grandi mostre nelle stazioni italiane, al lancio della raccolta fondi pubblicitaria per il gruppo. Dopo quasi dieci anni di questa esperienza aziendale ritorna alla sua passione, il  mondo del no profit, dirigendo per alcuni anni una onlus con 3 case famiglie per bambini vittime di abusi e violenze e passando poi a consulenze per ONG e istituzioni (Garante per l’infanzia, il magazine Internazionale, Unicef, Intervita, etc,… ).  Una carriera quindi che si alterna tra il mondo aziendale e quello sociale, sempre con il filo conduttore della comunicazione e della qualità delle relazioni umane.

SARA CRAVERO

Program Officer Italia

Sara è ingegnere ambientale con esperienza sia nel campo tecnico che nell’ambito dell’educazione e della gestione delle risorse umane nel mondo no-profit. Nel corso degli ultimi quindici anni ha partecipato e gestito interventi in Italia, Inghilterra e progetti di cooperazione internazionale nei paesi in via di sviluppo (Etiopia, Kenya) inerenti approvvigionamento idrico, salute, educazione e politiche per la parità di genere. In questi differenti contesti ha acquisito competenze nel campo dell’edilizia ecosostenibile e dell’ingegneria naturalistica e oltre che nell’ambito delle relazioni multiculturali, della formazione per adulti e dell’educazione per ragazzi, con mansioni di gestione delle risorse umane, formazione, progettazione tecnica e strategica, valutazione e monitoraggio.

MENNA AMR

RESPONSABILE DEL PROGRAMMA, EGITTO

Menna è un’interprete e traduttrice arabo-inglese con sede nel Cairo, con esperienza nel giornalismo e nella gestione di progetti in arti digitali. Menna è entrata a far parte di ESF come interprete nel 2015 con il progetto pilota di Funtasia a Luxor ed è rimasta affascinata dall’uso delle arti e dello scambio multiculturale come strumenti per l’educazione, il dialogo e l’impegno civico. Nel 2016, Menna è entrata a far parte del programma egiziano e ora fa parte del team che sviluppa e implementa programmi artistici ed educativi in tutto l’Egitto.

NEVIN TORKY

RESPONSABILE  PROGRAMMA SENIOR, EGITTO

Nevin Torky ha 16 anni di esperienza nella gestione di progetti in organizzazioni no-profit e 4 anni in organizzazioni profit. Nevin ha conseguito un Master in Sviluppo Sostenibile presso l’Università Americana del Cairo, dove ha lavorato per 7 anni, nella gestione di finanziamenti e contributi.

Ha lavorato per 7 anni nella fondazione per la prevenzione del cancro al seno in Egitto, dove ha acquisito esperienza in programmi di progettazione, gestione di progetti, raccolta fondi e gestione di eventi. Nevin è entrata a far parte dell’ESF nell’agosto 2017 come responsabile senior del programma per contribuire allo sviluppo del contenuto, alla progettazione e all’implementazione del programma. Durante la sua esperienza lavorativa, ha lavorato con numerose organizzazioni nazionali e internazionali che le hanno permesso di costruire e mantenere buoni rapporti con l’Ambiente della società civile, gli sponsor e le fondazioni in Egitto e nel mondo.

ERNESTO LOTITTO

DIGITAL COMMUNICATIONS ADVISOR

With a vast experience in journalism, content, digital strategy and marketing, Ernesto is an entrepreneur and communications professional who has been involved in professional projects on locations as distinctive as Caracas, Los Angeles, London, Spain, Miami and now Egypt. His work has ranged from editorial, to branding & communications strategy and implementation, to business development and digital transformation — all for corporate and personal brands, companies and non-profit organisations. Ernesto is Co-Founder at Akari, a communications & marketing solutions firm and Social Media Strategist at Oceana Europe, an NPO dedicated to protecting and restoring the world’s oceans on a global scale. He holds a BS degree in Communication Sciences and a Masters Degree in Digital Business. He’s also a multi-instrumentalist musician who enjoys playing piano, guitar, percussion, and drums.

STEFANO MININI

CO-FONDATORE E SEGRETARIO

Stefano è un esperto di pianificazione infrastrutturale. Laureato in Ingegneria Civile al Politecnico di Torino, è alumnus di Alta Scuola Politecnica. Ha sviluppato la sua carriera professionale nel Regno Unito come manager ai trasporti per i giochi olimpici di Londra 2012 e, in seguito, come progettista di ferrovie alta velocità. Attualmente lavora per una multinazionale di consulenza strategica di business a Milano.

Stefano ha promosso e diretto eventi di beneficenza sin dalla sua adolescenza. Con ISF (Ingegneria Senza Frontiere), ha collaborato a progetti di sviluppo della rete idrica in una regione rurale del Burkina Faso; dal 2016, ha concentrato le sue attività sulla crisi dei rifugiati, operando in zone di emergenza in Grecia e Francia e sulla raccolta fondi per conto di Help Refugees, un ente di beneficenza del Regno Unito.

CRISTINA LUCCHINI

CO-FONDATRICE E VICE PRESIDENTE

Cristina è nata a Milano, frequenta liceo classico G.Parini, ottiene laurea in Filosofia all’Università Statale di Milano, giornalista professionista dal 1992.

Inizia a lavorare  in Condé Nast subito dopo la laurea nel 1987 a L’Uomo Vogue. Dopo aver diretto con successo Vogue Gioiello e Vogue Pelle, nel 2003 viene nominata Condirettore del nuovo settimanale  Vanity Fair di cui cura per 7 anni cover stories, celebrities e moda.

Nel 2011 viene chiamata in RCS per riprogettare il mensile Amica che riposiziona e dirige per quasi 2 anni.

Ad aprile 2013  rientra in Condé Nast alla guida di Glamour.

Da sempre sensibile alle problematiche sociali, ha attivamente contribuito all’organizzazione di eventi charity, e collaborato in varie occasioni con Anlaids, AmFar, Unicef.

CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE

ALEXANDER DELLAL

MARYEM SÁDER

SORAYA BAHGAT

PABLO ESTEVES

ALIA AL-SENUSSI

AMY CHRISTIANSEN SI-AHMED

ALEXANDER DELLAL

Alexander è un imprenditore anglo-brasiliano. In passato è stato il proprietario e gestore della galleria d’arte contemporanea londinese 20 Hoxton Square Projects ed ora è il direttore generale di Allied Commercial Exporters, una società immobiliare con sede a Londra. Attualmente sta sviluppando un progetto di albergo, il Loro Hotel, a Rio De Janeiro ed è uno dei fondatori e principali investitori MeriMedia, prestigiosa società di comunicazione.

MARYEM SÁDER

Maryem è attiva in Fondazione sin dagli inizi. Di professione, si occupa a livello internazionale di Pubbliche Relazioni, Branding e Comunicazione ed è un’esperta nella gestione degli interi processi di branding di impresa, rapporti con i media, strategie dei contenuti e di marketing e del complessivo sviluppo di impresa. In oltre 15 anni ha accumulato esperienze che vanno da quella per il marchio Aveda di Estée Lauder a quella per organizzazioni internazionali come OFID, il Fondo per lo sviluppo internazionale promosso dall’OPEC. Al suo attivo come consulente per la Comunicazione e il Branding ci sono anche i lavori svolti in Venezuela con l’Ambasciata Canadese e la ONG impegnata nella tutela dei diritti umani PROVEA. Maryem ha la laurea in Comunicazione (L. magistrale) e due lauree specialistiche: in Relazioni Esterne e Protocollo e in Relazioni Internazionali e Comunicazione, conclusa con una tesi sui Diritti Umani. È cofondatrice e Partner Manager nella società di comunicazioni Akari e brand manager di Emzingo, società impegnata a promuovere sviluppo con azioni di impatto sociale.

SORAYA BAHGAT

Soraya, egiziana, ha competenze certificate a livello internazionale come specialista senior nel settore Risorse Umane, nel quale ha accumulato una solida esperienza dei tanti diversi aspetti: Strategia, Sviluppo Organizzativo, Progettazione e Sviluppo di Modelli di Competenze, Gestione della Performance, Gestione dei Talenti, Formazione e Sviluppo, Compensi e Benefit, Ricerca e Gestione del Personale, Report, Gestione Informatica del Personale, Piani di carriera e avvicendamenti, e relazioni con il personale. Dal 2008 al 2012 fatto parte del consiglio di amministrazione dello Gezira Youth Center, il più grande centro giovanile egiziano statale, con oltre 100.000 aderenti. Dalla fine di quell’incarico, è stata completamente assorbita dall’impegno nella ONG Tahrir Bodyguard e continua a supportare da indipendente il National Cancer Institute’s Children’s Ward.

PABLO ESTEVES

Pablo è stato impegnato per oltre 12 anni in iniziative imprenditoriali, come impiegato, fondatore, partner e/o consulente. L’aver vissuto, lavorato e studiato in cinque città di quattro Paesi – Messico, Usa, Spagna e Sud Africa –ha fatto sviluppare in lui la sensibilità e il rispetto per le altre culture e gli consente di inserirsi agevolmente in team multidisciplinari. Dopo aver completato gli studi con la laurea specialistica alla IE Business School di Madrid, è entrato in Emzingo come Direttore Marketing per poi diventarne Managing partner. Da allora, ha contribuito in Emzingo a gestire più di 95 progetti sociali ed a sostenere 65 tra non profit, imprese sociali e organizzazioni di comunità in Sud Africa, Perù e Brasile; ha inoltre fornito più di 32.000 ore di consulenza e oltre 1.600 ore di docenza e affiancamento sui temi della leadership, sempre focalizzate sull’impegno al contrasto delle povertà. Uno dei suoi attuali interessi è l’intreccio tra imprenditoria sociale come traino economico e il capitalismo altruista come strategia d’impresa.

ALIA AL-SENUSSI

La Principessa Alia Al-Senussi si è laureata con lode nel 2003 alla Brown University con una doppia laurea in Relazioni Internazionali e Studi mediorientali, dopo aver completato a pieni voti  i suoi studi all’Aiglon College nel 2000. Alia ha inoltre conseguito un Master in Scienze Politiche alla Brown University (2004) e un master in giurisprudenza e antropologia alla London School of Economics (2005). Alia sta attualmente studiando per il suo dottorato in scienze politiche con il professor Charles Tripp presso SOAS (Londra) esaminando il nesso tra istituzioni di potere, identità nazionale, arte e cultura, con un caso di studio sul patronato nel Regno dell’Arabia Saudita. Alia è un membro attivo del mondo dell’arte contemporanea, con un’attenzione particolare al patronato, all’arte ed alla cultura in Medio Oriente, con all’attivo numerose partecipazioni in direttivi e comitati di organizzazioni senza scopo di lucro a Londra, negli Stati Uniti e in Medio Oriente. Alia recentemente è stata presidente della Tate Young Patrons  (e rappresentante della commissione Tate Patrons) per 5 anni, fondatore e co-presidente internazionale del consiglio in carica della Fondazione Chinati, membro del Comitato “Future Contemporaries” della Serpentine Gallery Group (prima Vicepresidente) ed è stata inoltre fondatore e co-presidente della Parasol Future Unit.

Alia è membro fondatore del comitato “Tate’s Acquisitions” per il Medio Oriente e il Nord Africa, il consiglio dei patroni dell’arte di Dubai (che svolge un ruolo fondamentale nella fondazione della fiera), del direttivo della fiera dell’arte contemporanea africana “1:54”e del Circolo Medio Oriente del Museo Guggenheim. Alia è stata membro del consiglio di amministrazione dell’Istituto di arti contemporanee di Londra. Alia è membro del consiglio consultivo della galleria Tate Modern, del comitato consultivo strategico della Fondazione Delfina, del comitato consultivo della Ikon Gallery e del gruppo consultivo di Photo London.

Alia fa parte del consiglio d’amministrazione per il Global Heritage Fund UK ed in precedenza, anche della loro organizzazione partner negli Stati Uniti. Tra gli altri impegni professionali, Alia lavora come rappresentante VIP per il Regno Unito, per il Medio Oriente e il Nord Africa e come consulente per Art Basel.

AMY CHRISTIANSEN SI-AHMED

Amy Christiansen Si-Ahmed è la fondatrice di Sana Jardin, la prima casa di fragranze socialmente consapevole al mondo che lavora per dare potere alle donne ed è già comparsa sul  New York Times, Vogue e sul  Financial Times. Dal 2011 al 2014, Amy è stata amministratore operativo nella fondazione per le donne Cherie Blair. Ha lavorato a stretto contatto con Cherie Blair per accrescere il potere economico delle donne sostenendo le imprenditrici nei paesi in via di sviluppo attraverso programmi di tutoraggio,  tecnologia mobile e programmi di sviluppo delle imprese. Dal 2009 – 2011 ha offerto i suoi servizi come consulente per lo sviluppo della Clinton Health Access Initiative (CHAI) del Presidente Clinton.

Nel 2007 Amy ha contribuito alla creazione del Forum arabo per l’innovazione sociale (AFSI)          in collaborazione con l’Institute for Philanthropy di Londra. L’AFSI ha aumentato l’impatto della beneficenza per i filantropi di discendenza araba attraverso la sensibilizzazione dei donatori e la creazione di una rete.

In precedenza, Amy ha trascorso tre anni nel Regno del Bahrain, dove ha offerto consulenza a svariate organizzazioni no-profit con sede nel Bahrein su strategie di sviluppo e  raccolta fondi. Dal 2001 al 2003 Amy è stata socio e gestore della Major Gifts presso Robin Hood Foundation di New York, pioniera della “venture philanthropy” e citata dalla prestigiosa rivista Fortune come una delle organizzazioni filantropiche più innovative e influenti del nostro tempo.

Prima del lavoro nello sviluppo, Amy ha trascorso cinque anni in un contesto di pratica diretta nel campo dei servizi sociali. Amy ha fornito psicoterapia ambulatoriale a bambini e famiglie a basso reddito a Chicago (Illinois), nel Rush-Presbyterian St. Luke’s Hospital, Constance Morris Domestic Violence Shelter e Christopher House. Amy ha conseguito un master con lode in assistenza sociale presso la Loyola University di Chicago e una laurea con lode in assistenza sociale presso l’università di stato dell’Illinois.

Amy è attualmente membro consiglio consultivo di Nest, un’organizzazione no-profit con base a New York, impegnata nell’alleviare la povertà, dare potere alle donne e promuovere la pace attraverso la proficua creazione di imprese artigianali. Amy è inoltre membro del British Council Fashion Trust, che offre supporto alle imprese attraverso sovvenzioni finanziarie, tutoraggio e finanziamento di stilisti britannici emergenti.